martedì 15 giugno 2010

avvolte riaffiorano..

Non ne parlo, ci penso poco, ma c'è sempre un qualcosa che mi rimanda li..
Può essere che vedo il nome scritto da qualche parte, che scarrozzata in macchina passo davanti al suo studio, che vedo persone che mi ricordano che anch'io avevo un riferimento..
E ogni volta è un colpo all'anima, riprendendo Ligabue..

E' 4 notti che mi addormento tra le lacrime di un'assenza.. nel ricordo di un nido..
Testardamente vado avanti, ho raccolto i cocci e proseguo il mio cammino,
ma quella mancanza, quella quella sicurezza, quella fiducia, quel posto che era mio.. mi manca, mi manca terribilmente e non posso ignorarlo..

Nostalgica. tanto.. troppo..

Non posso prendermi in giro.. non posso dirmi che non mi interessa e che non ha importanza, o che ormai è tutto passato.. No, non posso mentirmi, non ci riesco..
Non è così, non è passato proprio niente..
Cerco di incanalare il tutto in una direzione diversa..
Cerco di camminare ugualmente..
Cerco di vivere comunque..

Chissà se il Mio cuscino è ancora lì.. chissà se l'ha toccato qualcuno..
Solo l'idea mi fa saltare i nervi..
Chissà se il mio disegno è sempre lì.. Chissà se è cambiato qualcosa.. una poltrona, un soprammobile, una tenda..
Chissà se questo distacco e questa mancanza la sento solo io..

Nostalgica..

E' già la terza volta che mi sogno che perdo capelli a ciocche o che ho solo qualche ciocca spennacchiata in testa.. Qualcosa non va.. qualcosa non va e non capisco cos'è..

Mi addormenterò con Mimì anche questa sera.. come da un mese e mezzo in qua..
Vorrei tanto non averne bisogno..





6 commenti:

Alice and my world ha detto...

Ogni esperienza, ogni persona o fato ci segna la vita per sempre.
Non bisogna attendere che "tutto passi", tutto rimane sempre, cambia la percezione con cui si pensa a ciò che è stato.
E' normale avere anche un po' di nostalgie....siamo umani in fondo.


Un forte abbraccio iO e Alice

mynameis... ha detto...

Ti capisco perfettamente...Dove un tempo c'era il mio giardino,la stalla dei miei cavalli,il laghetto con i pesci..ora c'è una fila di case...
E presto gente,con i loro giardini,i loro cani,la loro beata inconsapevolezza...

donatella ha detto...

E' passato troppo poco tempo dal distacco per non avvertire quel nodo in gola che in alcuni momenti arriva perfino a toglierti il respiro...
Un giorno, attraverso il ricordo di cio' che e' stato, guarderai avanti e farai sì che quanto hai vissuto ti spinga verso nuovi traguardi...
Anch'io impazzirei non sapendo se la nostalgia e' reciproca, ma mi rifiuto di credere che una creatura unica come te non abbia lasciato un segno profondo, che non si cancellera' mai, a prescindere da chi ora siede al tuo posto...
Coraggio piccola, stringi forte Mimì, e dormi serena...
Un abbraccio grande grande!!!

Veggie ha detto...

E' normale provare nostalgia per quello che ci siamo lasciate dieto le spalle, perchè è stato comunque un pezzo di noi, ha scritto comunque un passo importante della nostra storia... Ma non sono cose che hai lasciato alle spalle per sempre, non sono cose con cui hai tagliato completamente i ponti... sono semplicemente cose che devi rielaborare... Ci vuole tempo... ma si può andare avanti...

donatella ha detto...

Sara' stata una coincidenza, pero' in uno dei video di Kiara si diceva questa cosa, a proposito di concentrare i nostri pensieri su una persona che non vediamo da un po' e ci manca...al punto che ne riceviamo un segno...che qualcuno ci parla di lui/lei...

Alice*** ha detto...

Io penso che spesso ricerchiamo la nostra "interezza" in persone e cose, fuori di noi.
Quando alla fine ci capita di perderle cadiamo un pò in pezzi, ci sentiamo sgretolare perchè dobbiamo costruire la nostra personalità per essere davvero forti. Infatti, nulla fuori di noi può darci quello che ci manca.
Quindi dobbiamo lavorare prima di tutto dentro di noi per evitare che ci capiti questo, solo che è tremendamente difficile, io stessa spesso non riesco a farlo...
Però quando si arriva ad essere abbastanza forti, noi diventiamo il centro solido della nostra vita e quindi anche il terremoto più forte attorno a noi non riesce più a farci crollare. Magari ci sarà qualche crepa ai muri, ma resteremo in piedi rimetteremo in sesto le cose rovinate e, come sempre quando si fa qualche riparazione, alla fine ne usciremo migliorate.
Mi auguro io per prima di riuscire a fare quello che dico, però ci provo e tanti risultati li ho ottenuti...
Non ti demoralizzare e il fatto che sogni di perdere i capelli io lo vedo in un ottica positiva. Secondo me è il segnale che tu vuoi cambiare una parte importante della tua vita.
un abbraccione^^