martedì 29 maggio 2012

La mia piccola e grande Doni mi ha passato questo premio, ed io sono ben felice di "ritirarlo"..





1

Sono nata il 12 marzo di 25 anni fa, era appena nevicato, una gran bella nevicata, e mio padre arrivò in ospedale poco prima che nascessi perchè era andato a Perugia a prendere degli ulivi che avrebbe piantato quell'anno.. Nacqui.. e mentre mia madre era ancora mezza dolente in sala parto, mio padre la piantò li poverella per correre dietro all'ostetrica che mi aveva in braccio e per assicurarsi che non perdessi il braccialetto con scritto il nome.. Aveva paura che mi potessero scambiare ^^

2

A quanto dice mia madre ero una bambina tranquilla, che non ha mai dato problemi.. del tipo, non svuotavo flaconi di detersivi e bagnoschiuma nel lavandino per fare gli esperimenti chimici, come invece faceva mia sorella.. Mangiavo di tutto e non facevo particolari capricci.. Ma se mi riguardo in qualche filmino fatto con la telecamera, mi vorrei spaccare la faccia.. E mi vergogno da morire nel vedere che invece ero una rompicoglioni!

3

A 5 anni venne ad abitare con noi per un anno mio zio, il fratello di mia madre, che venne qui per cercare lavoro.. Dormiva in cameretta con me ed io ero sempre appiccicata alle costole, xke lui era il MIO zio.. Fatto sta che dopo quell'anno decise di sposarsi con quella che sarebbe diventata la mia zietta adorata.. Lei venne qui da noi per conoscerci e con tanto affetto mi portò un regalino, una tutina rosa che aveva comprato apposta per me.. Siccome ero gelosa marcia di mio zio e non volevo che me lo portasse via, che cosa feci? Presi il pacchettino, lo scartai, aprì la confezione.. e da in cima alle scale gliela scaraventai in testa gridando che mi faceva schifo e che non la volevo! O.O (che vergogna che provo adesso :S)
Inoltre.. perchè quel gesto evidentemente non mi bastò, a tutta la gente che incontravo dicevo che la ragazza dello zio era brutta, gobba, zoppa e con un occhio storto, e questa povera donna dovette andare al circolino del paese ove tutti si ritrovavano, per farsi conoscere e per far vedere che non era nè brutta, nè gobba, nè zoppa e nè guercia! 

A tutt'oggi mi sento terribilmente in colpa per questo e mi vergogno come una ladra :(((((((((((

4

In terza elementare ebbi una grandissima crisi, forse la prima in assoluto..
Avevo una maestra che adoravo, che mi piaceva tantissimo e che prendevo come riferimento per tutto, addirittura per la calligrafia.. Usavano fare ore di compresenza lei e la maestra di italiano.. solo che io avevo il terrore di loro due insieme, perchè non mi sentivo all'altezza delle loro aspettative ed ero terrificata dall'idea di poterle deludere.. Un giorno ricordo che iniziai a piangere mentre aspettavo il pulmino e alla domanda del pulminista del perchè stessi piangendo risposi che avevo la congiuntivite.. (già da piccola imparai a fingere bene). Ma arrivata a scuola non fece in tempo ad iniziare la lezione che io ero scoppiata in lacrime, in mezzo ai singhiozzi.. Tutti i miei compagni mi guardavano ed io ricordo che oltre alla disperazione, alla paura ed al panico ero immersa anche nella vergogna.. Mi portarono fuori dalla classe e la maestra di italiano mi tranquillizzò dicendomi che dovevo stare tranquilla, che ero una brava ragazza e che non potevo deluderle..
Ma l'altra maestra, quella che adoravo, mi disse che c'era rimasta male, che non aveva fatto quell'effetto a nessun altro bambino.. ed in quel momento capì che avrei dovuto tenere i miei dolori per me, senza mai farli uscire..

5

Ho sempre tenuto tutto dentro fino a due anni fa, quando decisi di vomitare fuori le parole invece che il cibo che ingerivo.. Ho sempre fatto così, fino a quando non ho capito che l'unica alternativa che avevo era vivere e non sopravvivere.. Che io ero un essere umano e potevo permettermi anch'io di essere felice perchè non avevo fatto niente di male per meritarmi una vita simile..

6

Sono MONOFASICA.. ovvero.. non riesco a fare due cose contemporaneamente.. tipo.. se sto scrivendo al pc non posso parlare o stare ad ascoltare una persona perchè sennò vado in confusione.
E molte volte, mentre faccio un discorso, storpio le parole, sono convinta di dire una cosa e invece ne viene fuori un'altra oppure sbaglio le finali.. tipo cano al posto di cane..
Si vede che il mio cervello ha avuto dei duri colpi povera creatura..
Ah! Inoltre sbaglio la destra con la sinistra.. ^^

7

Sono fiera di essere ciò che sono.. è grazie a quello che sono stata e che ho vissuto che ho potuto trasformarmi nella ragazza/donna che sono.. 
Non rimpiango niente, anche il peggio e lo schifo che ho passato me li tengo stretti per poter dirmi ogni giorno che la strada e gli sforzi fatti non sono stati vani..
Crollo ancora, come adesso e come sempre farò.. ma forse i miei occhi vedono un mondo davanti che primo non vedevo e mi rialzo.. sempre con grande fatica ma mi rialzo.. E come dico sempre.. chi m'ammazza a me!!!






Il premio lo assegno a chiunque passi da questo blog ed anche a chi non ci passa.. perchè credo che un regalo, un premio, qualsiasi esso sia, fa sempre bene all'anima di una persona.. ed anche al cuore..

Un abbraccino a tutti

2 commenti:

Dony ha detto...

Ho iniziato a leggere che sorridevo, e sono arrivata alla fine con le lacrime agli occhi, perche' sei troppo speciale, cosa che tra l'altro ho sempre saputo, ma vedere che finalmente te ne stai accorgendo anche tu è un'emozione unica per me, e la vittoria piu' grande per te.

Nemmeno io do' retta agli altri se sto facendo una cosa, o mi perdo!!!

Un abbraccio forte!
Dony

priccina ha detto...

Che bella!!! ^.^
Mi piace il modo in cui hai descritto,hai raccontato e quello che hai raccontato!
E' positivo. Si respira della buona aria fresca... Sei simpaticissima!
Cosciente e forte. Oltre che determinata. Sono delle qualità eccezionali.
Sei una ragazza bellissima!!!

Hugs ...&kiss *.*